Ti racconterò una storia,

di un buon uomo e della sua infinita memoria,

era una persona semplice, d’impatto nessun effetto,

ma amava scoprire e imparare, viaggiare con la mente senza biglietto.

Non era un borghese o un uomo di fama,

non sapeva scrivere nè giocare a dama,

eppur se vi racconto di lui è perché in qualche modo era speciale,

tutto nasceva dalla sua mente, nel vedere le cose in maniera irreale.

Ad ogni evento un punto di vista, tanta immaginazione e nessuna svista,

osservava e pensava oggettivamente alle situazioni,

cresceva dentro e stava bene lasciando vibrare le sue emozioni,

non fece molto nella sua vita

ma sapeva donare amore,

le persone che lo conoscevano veramente si contavano sulle dita,

le sue parole guarivano il loro dolore.

Era un uomo semplice che da giovane raccoglieva esperienze,

pronto per ricoltivarle per esser preparato in tutte le evenienze,

Era voluto bene per la sua semplicità che lo fece migliorare secondo dopo secondo,

era speciale, amava scoprire ogni cosa del proprio mondo,

era lui l’uomo di ceto medio, umile e voluto bene

lontano dagli uomini sudici,

sii come lui e non avere pene,

buonanotte piccola mia e buoni sogni lucidi.

Annunci