Mondo silenzioso davanti ad un morto,

non chiama soccorso, lo spinge in un fosso,

solo felici, fermi e inattivi,

per avere inquadrato la scena con i loro obiettivi.

Mondo dannoso ai buon cuori rimasti,

mondo riservato ai soli turisti,

privilegia carte, buoni e contanti,

senza tener conto della cultura di molti.

Mondo inquadrato, in rovina, capitalista,

mondo disprezzato da chi la vita l’ha vista,

pochi fortunati ad averla provata,

secoli fa, e mai più tornata.

Mondo di oggetti, false speranze e connessioni,

mondo falso, che nasconde le emozioni.

Non vivo, ma esisto, è previsto, esser sprovvisto.

Ho comprato online un volto e voglio farlo mio,

gettando me stesso, schiavo del mondo, disperso in un oblio.

Annunci