A volte ci penso,

lo penso meglio,

lo ripenso spesso,

col pensiero annesso.

E se non ci appartenessimo ?

Se tutto finisse, se tutto sparisse,

ma se non lo provassimo ?

Mi chiedo, perché domandarselo ?

E se tutto fosse amore,

se fosse tutto perfetto,

quale sarebbe l’emozione ?

E se ci credessi, ancora una volta,

per te, che sei speciale,

se fosse utile viverci e ricordare,

sarebbe fermo l’orologio

o il suo scorrere non tenderà a fermare ?

Se dovessi amarti,

sarebbe amore?

Se dovessi odiarti,

sarà rancore ?

A volte ci penso,

lo penso meglio,

lo ripenso spesso,

se lo chiamassimo amore,

e non malattia nel suo compromesso ?