Cerca

Happy Magician

Sii il cambiamento che vorresti nel mondo

Tag

imparare

Sorridenti

Quando il cuore si divora, cerca sangue tuo, di quotidiano nutrito, assenza, divenuto. Quando il cuore è un'emozione, è magia, è malattia, è amore, è disintossicazione. Quando il cuore pulsa tra costruzione e distruzione, si parla di amore, di necessaria... Continue Reading →

Annunci

La disfatta della gabbia

La paura che fa rabbia, crudele e inadeguata, non poterti più pensare, una ricchezza di cuore, rubata, portata via dal nuovo, nuovo amore, nuove ambizioni, paura che l'asfalto ci divida, che il sole venga distratto da alluvioni, che dalla speranza... Continue Reading →

Rosso intenso

Il desiderio da sempre affetto, manca l'invito al teatro del concreto, aprendo le danze con un balletto, un triangolo imperfetto, privo di cateto. La vaga idea di come affermarlo, mi sfugge e nasconde nel fondo di un pozzo, l'intuizione che... Continue Reading →

Il dolore urla muto

Vorrei leggere il tuo viso, per capire com'è fatto il paradiso, per vedere la menzogna d'improvviso, per sentire il battito siamese e non diviso. Vorrei che mi piacessi e che io piaccia a te, vorrei che fosse semplice, ma è... Continue Reading →

Della mia mente, l’unica cura

Un accento, una nota comune, un suono definito nel suo volume, la voce di coraggio, il sorriso col suo raggio, la pelle e la sua armonia, le pupille che ti portan via. I capelli e il loro colore, il vento... Continue Reading →

Il cuore che danza

Un'eterna scheggia rifiorisce nel divario, tra la gente e me, vista da un sipario, tutto torna se si pensa ad un teatro, ad una vita condannata in un baratro. Un divario abissale per tutti, ma per nessuno, morti in rancore,... Continue Reading →

Frutto di immaginazione

Che mi basti uno sguardo per capire, per tormentarti di gusto in quel che dirai, per scoprirti a viso aperto in un campo di paradiso, i tuoi occhi, sotto il bene, sotto il cuore, siano profondi, siano emozione. Che ti... Continue Reading →

Come in una barzelletta

Giri di parole, insensate, abbandonate, assenza di fatti ... e fantasie andate. Studio del lessico, per esser grandi, ma senza valori, studio di se stessi, per voler rimaner piccoli, senza timori. Solitudine beata, per viaggiare, vivere e scoprire, falsa compagnia,... Continue Reading →

Primo nell’appello

avrei voluto essere, senza dover sapere il viaggio di insonnia coperto da un velo in vita operaia, col senso di dovere, un cadavere di una sposa priva del suo telo. Parallelamente sana, piacevole alla mente, affetta di illusione e disgrazia... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: